CALENDARIO - Risultati della ricerca:

2013
11
GIU

Naming Focus Creatività


Formazione al 'namewriting', ovvero alla creatività applicata al brand naming. Il workshop prevede l'approfondimento pratico delle tecniche di creatività attraverso esercizi di creatività individuale e di brainstorming collettivo. Partecipano persone provenienti da varie realtà e si svolge presso gli uffici Synesia di Milano.

Info:
Data e ora: martedì 11 giugno 2013, dalle 9:00 alle 13:00
Relatrice: Béatrice Ferrari
Sede: via Monte Rosa 51, 20149 Milano
Mezzi: MM1 Rossa Amendola, Bus 68 – 78 – 90/91, Parking 1,20 € ora


 Iscrizione Naming Focus Creatività

TESTIMONIANZE - Risultati della ricerca:

Marcello Gesmundo – CEO / CTO at Yoovant


Molte aziende che hanno buone idee, riversano il massimo delle proprie energie nella realizzazione del prodotto, ma una volta concretizzato, spesso trascurano l'aspetto del brand con il quale commercializzare il prodotto stesso, perdendo l'occasione di dare "vigore" alla propria iniziativa.
Il Naming Day che ho seguito al momento di avviare una nuova startup, mi ha permesso di avere una panoramica su tutte le implicazioni legate alla scelta del "giusto nome", individuando il modo corretto di procedere nella scelta del brand da utilizzare per un determinato prodotto e valutando opportunamente le proposte derivanti da sessioni di brainstorming.
Il Naming Day è stata anche una preziosa occasione per un proficuo confronto con realtà aziendali affermate che, contrariamente a quello che dall'esterno il consumatore può percepire, affrontano le problematiche del marketing dando il giusto peso e rilevanza alla scelta del brand.
Grazie a questa giornata e al successivo impegno e disciplina nel seguire le indicazioni ricevute, sono riuscito a depositare nuovi marchi d'impresa presso l'UAMI. Il mio modesto parere è che ogni imprenditore o responsabile del marketing che voglia acquisire nuovi strumenti per la corretta interpretazione del brand troverà le giuste risorse e risposte nel Naming Day.
www.yoovant.com

Maria Cirri – Inverni Srl


L'astrazione e la libertà del brainstorming provocano automaticamente un approccio più creativo. È stato importante avere Béatrice Ferrari come guida per non perdere di vista lo scopo dell'esercizio. Altrimenti, più che per libere associazioni, senza uno che dirige, si vagherebbe verso la dissociazione.
Noi abbiamo già un nome di marchio, Inverni, ma ogni giorno dobbiamo trovare nomi per le cose che vendiamo: l'utilità del corso Naming Day è stata una spinta verso l'individuazione, verso una ricerca più affinata dell'identità di marca.
Mi è piaciuta la provenienza dei partecipanti da settori diversi, la professionalità di Béatrice, la mancanza di tempi morti. Ho portato con me la voglia di lavorare meglio sul fronte della comunicazione! Monto e smonto testi per cercare di raccontare meglio il mondo www.inverni.it alla meglio.
www.inverni.it

Alessandra Pennacchietti – Corporate Communication – Telecom Italia


L’oggetto del corso Naming Day è a mio parere molto attuale. La competizione e la commoditizzazione di molti mercati  ha reso il “nome”  un elemento determinante nella comunicazione di ogni marca . Approcciare in maniera strategica  e con  metodologie specifiche  il percorso per la creazione di un nome fa comprendere quanto questa attività debba essere sinergica con un concetto di architettura e  di sistema di marca ed è un’opportunità da non perdere per quanti lavorano sulla brand strategy.
Leggere il nome Haagen-Dazs non come il risultato di un allegro brainstorming  ma come una precisa scelta di posizionamento è uno dei tanti  stimoli  che ha reso il  Naming Day una occasione di riflessione  interna e di formazione professionale.
www.telecomitalia.com

Stefano Graziani – Titolare – Graziani Packaging


Partecipare ad una giornata di Naming Day ti consente di mantenerti aggiornato ed acquisire informazioni sulle tecniche di “costruzione” di un brand. Inoltre, ti fornisce materiale su come sono stati creati i brand che ancora oggi sono protagonisti sul mercato, indicandoti una metodologia che consente di ottenere dei risultati sulla fattibilità o meno del marchio che si vuole creare.
Il brainstorming effettuato in aula durante un’esercitazione è stato il momento che mi ha fatto capire l’enorme potenziale che si ha a disposizione e che si può applicare immediatamente con risultati impensabili, portando la persona a “creare a 360°”. Un’esperienza davvero costruttiva.
www.graziani.com